Lettori fissi

domenica 16 ottobre 2011

IL SEGNO DEL TEMPO CHE PASSA



Quotidianamente non riusciamo a vedere il tempo che passa, certo lo facciamo attraverso l'orologio. Ma quando ci accorgiamo realmente di questo continuo e imperterrito scorrere?
Quando vediamo vecchie  foto di due o tre anni o  filmati.

Attraverso questi vari canali notiamo la nostra trasformazione e quella degli altri. Trasformazione fisica;  più grassi, più magri, con capelli lunghi o corti, oppure cambi di abitudini di vita. Ma anche attraverso oggetti che ci circondano, che scompaiono, o ritornano di moda.

Oggetti che diventano obsoleti o addirittura inutili per l'avvento di uno nuovo oggetto o un cambiamento di  abitudine. Escludendo avvolte la tecnologia che va avanti così velocemente che rende percettibile il passaggio del tempo. Uno di questi oggetti può essere la libreria, perchè in tutto il mondo moderno, l'era digitale sta facendo diminuire anche i libri.


Di sicuro questo farà storcere il naso agli affezzionati del libro di carta. Una azienda famosa in tutto il mondo, come la Svedese  IKEA  sta cambiando infatti uno dei suoi simboli e cioè la libreria Billy nata nel 1978 pensando appunto che i  clienti la useranno sempre di più per i soprammobili, oggetti artistici o decorativi, per tante cose, tranne che per i libri davvero letti. Sono appunto questi segni evidenti del  cambiamento, la  trasformazione di un oggetto della nostra vita, ma anche l'ambiente in cui viviamo e che ci circonda.



Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...