Lettori fissi

sabato 1 settembre 2012

ACCESSO NEGATO



Ci sono  norme specifiche per i cani guida che accompagnano i ciechi (37/1974, 60/2006.......).
Ci sono poi istituzioni religiose che fondano il loro pensiero su amore ,accoglienza, uguaglianza......
Ci sono poi degli spiacevoli episodi da raccontare che continuano ad accadere e forse continueranno.

 Lo penso non perchè sono pessimista ma perchè spesso gli "episodi spiacevoli" hanno come fondamento l'ignoranza, e di quest'ultima il mondo abbonda.
Uno di questi episodi è avvenuto non molti giorni fa all'ingresso della basilica di Viggiano dove una comitiva si era recata per una visita.

 Nella comitiva era presente un ragazzo cieco con il suo cane guida a cui è stato negato l'accesso
(a causa del cane), dal sacrestano e dal vice parroco. In seguito il parroco don Paolo ha abbozzato anche una "scusa" che era in corso il rosario è che l'accesso era stato vietato per non arrecare disturbo.

Io penso che se don Paolo stava zitto faceva più bella figura.
L'indignazione viene dal fatto che il diniego ad entrare è si illeggittimo, perchè c'è una normativa legislativa. Anche se non c'era, doveva subentrare l'uomo religioso, umile ad accogliere questa pecorella nel proprio gregge.

9 commenti:

Cavaliere oscuro del web ha detto...

Veramente un episodio vergognoso.
Saluti a presto.

♥Mary47♥ ha detto...

Purtroppo Gianni casi del genere continueranno a succedere, disturbare il Santo Rosario? Quel cane era accompagnatore di una persona non vedente! Ma Quel prete da S. Francesco non ha imparato nulla??

Gianni ha detto...

^Per Cavaliere. Si condivido proprio vergognoso.grazie della visita.

Gianni ha detto...

**Per Mary Si vede che in seminario il giorno che si studiava S.Francesco era assente per malattia.Ciao grazie per essere passata.

Lufantasygioie ha detto...

peccato che esistano ancora pregiudizi sugli animali e sull'aiuto che possono dare.
ma alla fine non dimentichiamoci,che sotto quella tonaca c'è un uomo...e anche se a servizio di dio,può sempre essere ignorante in fatto di leggi e con poca umanità ed altruismo,verso la sua specie e verso gli animali.

Gianni ha detto...

*Per Lucia
Il pregiudizio è un fondamentale dell'ignoranza! La non conoscenza l'anticamera dell'intolleranza! Come hai detto anche se addosso hai una tonaca!

RobbyRoby ha detto...

Ciao
vengo dal blog di Lucia. Un fatto veramente vergognoso. Qua a Cremona non hanno fatto entrare il cane di una signora cieca in un ristorante........la comitiva è stata in gamba. Niente cane e allora non mangiamo anche noi.

Gianni ha detto...

Per Robby Roby**
Ciao e grazie per la visita,
Ben fatto quella comitiva ha reagito bene, per un'attivitâ commerciale non guadagnare é avere cattiva pubblicitá non conviene. Poi si può decidere di vietare l'ingresso ai cani segnalandolo, anche se non lo condivio da democratico lo accetto. Ma vietare l'ingresso al cane di un cieco é come chiedere di lasciare gli occhi fuori, oltre che punibile
per legge!

cristiana2011 ha detto...

Se fossi il cieco, non entrerei mai più in una chiesa.Molto meglio il cane: la vera fede non c'entra e Dio non si offenderebbe.
Cristiana

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...